Gnatologia - Problemi di Masticazione

ESTETICA E OCCLUSIONE: VANNO A BRACCETTO

I problemi Gnatologici e di Disfunzione Mandibolare sono sempre più diffusi?

Una corretta estetica deve coincidere anche con una corretta occlusione. Una particolare attenzione della problematica funzionale masticatoria deve essere data dal professionista con competenza e accuratezza in ogni lavoro odontoiatrico, ma se il paziente manifesta apertamente un problema di questo tipo, deve rivolgersi immediatamente ad uno specialista gnatologo.

OCCLUSIONE E PROBLEMI DELLA MANDIBOLA: CI VUOLE UNO GNATOLOGO SPECIALISTA

Qual è la figura dello Gnatologo oggi?

Lo gnatologo specialista deve possedere questi fondamentali requisiti:

- deve sapere ascoltare attentamente ogni particolare descritto dal paziente disfunzionale dando importanza anche a dettagli anche apparentemente poco significativi

- deve avere una conoscenza Odontoiatrica e Ortodontica molto ampia e completa. Deve conoscere anche molti aspetti della medicina generale e dei disturbi cranio-cervico-facciali. Spesso siamo chiamati a importanti decisioni di diagnosi differenziale tra patologie di nostra competenza e altre patologie di distretti vicini o che riguardano l’organismo in generale (ORL-cefalee-problematiche posturali e fisiatriche, malattie neurologiche, ecc.)

IN GNATOLOGIA LA DIAGNOSI VIENE PIRMA DI OGNI COSA

Quindi in Gnatologia la diagnosi innanzi tutto?

Mai come in questo particolare settore, lo gnatologo prima che specialista è un vero medico e la diagnosi deve essere olistica cioè globale, individuando tutte le componenti del problema e le rispettive competenze. Per la diagnosi si utilizzano strumenti specifici ma è lo gnatologo il giudice ultimo che alla fine deve trarre le giuste conclusioni.

STRESS E OCCLUSIONE

Che rapporti esistono tra Stress e Problemi Mandibolari?

E’ vero che lo stress è talora implicato nelle disfunzioni cranio-cervico-mandibolari.

Certamente esiste una componente di questo tipo. Talora può diventare preponderante, ma non si può e non si deve ricondurre ogni cosa genericamente a questo. Ogni cosa va al suo posto. Esiste comunque una categoria di pazienti, oggi ben catalogata nella nomenclatura gnatologica internazionale, nei quali la componente psichica è preponderante e la parte “sistema masticatorio” diventa prevalentemente organo bersaglio.

LO GNATOLOGO: UNO SPECIALISTA AI TUOI PROBLEMI DI MASTICAZIONE, DELLA MANDIBOLA E TALORA DELLA POSTURA

Come viene gestito il paziente disfunzionale?
Se la diagnosi è corretta allora la terapia viene di conseguenza ma in questi pazienti anche la terapia assume un valore esponenziale, perché il sistema masticatorio è particolarmente sollecitato e il paziente “sente” il problema con grande sensibilità.

LA TERAPIA DEI PROBLEMI CRANIO-CERVICO-MANDIBOLARI

Quali le aspettative terapeutiche dei pazienti disfunzionali?

Deve essere data una duplice risposta:

- un trattamento sintomatico, cioè far star bene il paziente

- un riadattamento del sistema masticatorio e delle strutture ad esso correlate, in modo da riequilibrare le parti con un funzionamento fisiologicamente accettato evitando la successiva continua distruzione delle sue componenti (fenomeni degenerativi articolari – lussazione del disco non riducibile)