Ortodonzia Invisibile ed Estetica del Sorriso

Esprimo il concetto di questa sintesi: nel sorriso l'estetica prima di tutto come espressione di armonia delle componenti facciali. La funzione in questo caso non potrà che essere eccellente.

Professor Favero come spiega il boom dell'ortodonzia invisibile?

E' il primo desiderio di ogni paziente.
Nel progetto di un sorriso la ricerca dell'estetica viene prima di tutto, e questa va attentamente programmata.

Un sorriso piacevole e attraente migliora il rapporto con se stessi e con gli altri. L'ortodonzia estetica risponde al desiderio di migliorare il proprio sorriso senza che amici e colleghi se ne accorgano.

Bellezza ad ogni costo. E' davvero così importante essere belli?

Ciò che è decisivo è sentirsi belli. Un sorriso ben allineato e gradevole dà sicurezza e permette una più facile vita di relazione. Oggi la cura del proprio corpo ha assunto notevole importanza perché essere in armonia con sé stessi significa essere in armonia con gli altri.

Anche l'uomo dei giorni nostri ha rivalutato l'aspetto esteriore. Donne e uomini si rivolgono a lei in ugual misura?

Anche l'uomo si è accorto che le doti interiori oggi non sono più sufficienti per essere competitivo nel lavoro o a proprio agio nella vita di relazione. Negli ultimi tempi sono quasi più gli uomini a richiedere un trattamento ortodontico estetico delle donne e i motivi sono i più disparati: dalla ricerca di un nuovo posto di lavoro a quello di una nuova compagna, da una futura promozione a un imminente matrimonio.

Il fenomeno dell'Ortodonzia Estetica riguarda solo i Pazienti Adulti?

E' vero che molti Giovani Adolescenti chiedono Ortodonzia Invisibile?

Anche nei più giovani ormai è d'obbligo proporre apparecchiature estetiche. Qualsiasi ortodontista si scontra ogni giorno con il malcontento di adolescenti che non vedono l'ora di concludere il trattamento perché imbarazzati dagli attacchi. Ritengo sia doveroso oggi andare incontro alle richieste anche dei più giovani e gravare il meno possibile su un'età già di per sé molto critica e difficile.

ORTODONZIA: MAI PIU' CON APPARECCHI VISIBILI

Ortodonzia Invisibile: il futuro dunque è in questa direzione?

La tecnologia e il progresso a cui siamo giunti ci consente di ottenere risultati eccellenti, del tutto equiparabili alle apparecchiature convenzionali, senza che il paziente avverta disagio e senza che le apparecchiature siano visibili. Da anni ormai la maggior parte dei miei pazienti viene trattata con apparecchiature estetiche e la soddisfazione maggiore è quella di vedere pazienti contenti sia durante che dopo il trattamento.

ORTODONZIA CON MASCHERINE TRASPARENTI AL POSTO DEI FILI E BRACKETS METALLICI

Si tratta di mascherine sottilissime, trasparenti di ultima generazione, molto confortevoli e invisibili (Clear Aligner) . Il movimento dei denti avviene a piccole fasi programmate con un software specializzato. Vanno benissimo per chi non vuole avere assolutamente nulla in bocca come dispositivo, in certe occasioni e momenti della giornata.

A differenza di altri allineatori, usano una sistematica a doppia fase con riprogrammazione individuale ad ogni appuntamento. In questo modo il risultato è sicuro e in tempi molto più brevi (6- max 12 mesi). In molte situazioni rappresenta un'importante semplice soluzione ed una alternativa importante per il paziente. Ovviamente con i giusti limiti di indicazione e di intervento.

ORTODONZIA LINGUALE CON APPARECCHIO INTERNO NON VISIBILE

E la Tecnica Linguale Invisibile?

Oltre alle mascherine trasparenti il trattamento invisibile può consistere principalmente nella tecnica linguale, in cui i brackets sono posti tramite metodica indiretta ed individualizzata sul versante linguale dei denti .

L'apparecchio fisso interno (tecnica linguale) è stato da me utilizzato fin dal 1992 e continuamente aggiornato nella metodica. L'ortodonzia linguale ha avuto recentemente un fenomenale risveglio e interesse: alla crescente domanda dell'utenza, molte aziende hanno rivolto la loro attenzione tecnologica alla realizzazione di soluzioni ottimali. La riduzione ed il confort di brackets sempre più piccoli, anche autoleganti, e la semplificazione della tecnica (oggi anch'essa utilizzatrice del "filo dirtto") ha creato una vera impennata di popolarità in molti paesi, particolarmente in Oriente ed in Europa. Così anche in Italia.

ORTODONZIA: TEMPI BREVI, SORRISO ASSICURATO ANCHE DURANTE IL TRATTAMENTO

Tali dispositivi consentono di raggiungere i medesimi risultati della tecnica più comune, quella vestibolare?

Certamente! Io mi occupo di tecnica linguale da quasi 20 anni e sono stato testimone e al contempo protagonista di una continua evoluzione, sia dei dispositivi sia della conoscenza della tecnica in sé. Per cui oggi la tecnica linguale consente di raggiungere risultati del tutto equiparabili alla tecnica vestibolare . Per quanto riguarda invece gli aligners, essi si sono diffusi nell'ultimo decennio, per cui stiamo ancora approfondendone la conoscenza e le possibilità offerte da questi dispositivi, benché i risultati siano molto incoraggianti.

L'invisibilità significa trattamenti più lunghi?

L'invisibilità non è un pretesto per prolungare un trattamento, ma anzi, è uno strumento che consente spesso di ridurre i tempi di terapia, vantando come insostituibile alleato la soddisfazione del paziente stesso.Gli apparecchi linguali a bassa frizione "low friction" e le mascherine di ultima generazione (Clear Aligner) assicurano tempi di terapia molto ridotti.

ORTODONZIA: BASTA CON LA COLLABORAZIONE NO ELASTICI E APPARECCHI EXTRAORALI

Le apparecchiature più moderne che utilizzo sono di tipo "NO compliance" cioè non necessitano di particolare collaborazione da parte del paziente. Inoltre sono tutte intraorali (non esterne) e quindi non imbarazzanti.

L'Ortodonzia che lei impiega è Senza Collaborazione. Come ottiene questa metodica?

L'Ortodonzia "non compliance" prevede l'utilizzo di miniscrews (miniviti) e ancoraggio assoluto.

Il termine ancoraggio assoluto fa riferimento a tutte quelle metodiche che consentono di evitare movimenti collaterali indesiderati senza avvalersi della collaborazione del paziente.

L'utilizzo di miniviti consente inoltre di accelerare ancora i tempi di trattamento.

Anche in questo particolare settore, le tecniche di impiego sono sempre più semplificate e precise. L'inserimento delle miniscrews in siti specifici, accompagnate da meccaniche ortodontiche "ad hoc" consentono aggirare talora ostacoli o lungaggini nel trattamento ortodontico. I concetti tradizionali di biomeccanica e di ancoraggio vanno sempre conosciuti ed attentamente considerati.

ESTETICA DEL VISO E DEL SORRISO

Estetica del sorriso = Estetica del viso

Una corretta progettazione estetica del sorriso, deve anche avvalersi di una diagnosi e terapia che consideri lo scenario del volto nel suo insieme. Cioè il sorriso come una delle componenti del volto. Solo in questo modo la soluzione e la risposta data alle richieste del paziente sarà sicuramente soddisfacente. Dunque estetica come armonia delle parti.