Ortodonzia del bambino e dell'adulto

Intervista del Prof. Favero su Rai2

Ortodonzia del bambino

L’ortodonzia pediatrica si propone di correggere precocemente le malocclusioni dei bambini e degli adolescenti. Con sistemi semplici e moderni si riescono ad eliminare abitudini viziate che possono provocare gravi problemi alla dentatura.

  • succhiamento del ciuccio
  • succhiamento del dito
  • deglutizione atipica
  • spinta della lingua
  • respirazione orale

Caso clinico 1

Correzione delle abitudini viziate (succhiamento)

Succhiamento

Il succhiamento è un riflesso incondizionato, innato, presente a partire dal settimo mese di vita intrauterina.

Il succhiamento “fisiologico” è un fattore positivo:

  • Effetto calmante
  • Valore nutrizionale
  • Produce appagamento
  • Impegna l'apparato stomatognatico

L'abitudine al succhiamento di succhiotti, dita o altri oggetti è considerata normale fino circa i 2-3 anni. Se però persiste, può essere la causa di malocclusioni anche importanti.

Le più frequenti sono la comparsa di un morso aperto anteriore o laterale, e di un morso crociato posteriore

Oltre all'interruzione della abitudine viziata, la terapia si serve di specifici apparecchi ortodontici

Caso clinico 2

Malocclusione di Classe II - Denti sporgenti e palato stretto

Caso clinico 3

Affollamento dentario

Ortodonzia Prechirurgica – Chirurgia Ortognatica

Numerose malocclusioni su base scheletrica necessitano un approccio chirurgico per una ottimale risoluzione.

Il compito dell’ortodontista consiste nel progettare il trattamento e nel seguire il paziente sia prima che dopo l’intervento. La terapia ortodontica associata può essere convenzionale o servirsi di attacchi linguali, per venire incontro alle esigenze estetiche dei pazienti.

Caso clinico adulto pre chirurgico 1

Malocclusione dentoscheletrica di Classe III

Caso clinico adulto pre chirurgico 2

Malocclusione dentoscheletrica di Classe III con asimmetria

Caso clinico adulto pre chirurgico 3

Malocclusione dentoscheletrica di Classe III