Come combattere l’alitosi: conoscere cosa si nasconde dietro

La piorrea (parodontite) è una malattia batterica che colpisce il parodonto, cioè i tessuti che servono a mantenere ancorati i denti. In altri termini, si tratta di un’infiammazione che colpisce, prima di tutto, la gengiva e che, di seguito, può finire per interessare il cemento radicolare e l’osso alveolare. Le conseguenze della malattia sono quelle accennate nell’introduzione: sensibilità dentale, sanguinamento e recessione delle gengive, alitosi, mobilità e perdita dei denti. La principale causa della malattia nei soggetti sani è la scarsa igiene orale e, per la precisione, la pulizia inadeguata delle arcate con il filo interdentale.

Il dentista e la consulenza su come curare la Piorrea

Per evitare le complicanze elencate nel precedente paragrafo, è bene occuparsi della prevenzione a partire dall’igiene orale quotidiana. Il tuo dentista saprà indicarti un collutorio adatto da utilizzare tre volte al giorno, ti istruirà sull’utilizzo corretto di filo interdentale o scovolino. Spesso, però, ciò può non bastare e occorre sottoporsi a trattamenti professionali. Di seguito entriamo nel dettaglio spiegando come curare la piorrea. Elenchiamo, quindi, le diverse soluzioni a disposizione dell’odontoiatra nelle diverse fasi della malattia.

  • Ablazione del tartaro (ogni 6-12 mesi): misura preventiva per evitare l’insorgere dell’infiammazione
  • Scaling: rimozione del tartaro sottogengivale, trattamento fondamentale nel momento in cui si sono già create delle tasche.
  • Terapie farmacologiche: cure antibiotiche in caso di alta intensità dell’infiammazione.
  • Curettage: rimozione dei tessuti molli o delle parti di radice necrotica.
  • Trattamenti chirurgici: chirurgia dei lembi, innesti di tessuto molle o innesto osseo in caso di malattia allo stato avanzato.
 

 

Come curare la piorrea con le tecnologie Laser

Va da sé che la stragrande maggioranza dei pazienti vuole evitare quanto più possibile di ricorrere all’intervento chirurgico. Dall’altro lato, la piorrea è una patologia le cui cause non possono essere risolte con l’assunzione antibiotici. Una delle strade più attuali ed efficaci per risolvere l’infiammazione è, dunque, il trattamento con laser. Una delle conseguenze più importanti della malattia è la perdita di contatto fra il dente e la gengiva: la tasca parodontale. Il trattamento prevede un approccio multiplo, personalizzato e seguito nel tempo, che può avvalersi di una terapia manuale con l’ausilio locale di antisettici e presidi farmacologici associati alla terapia con luce laser: gli impulsi luminosi favoriscono la rimarginazione della tasca. Quest’alternativa è del tutto indolore, consente di raggiungere risultati importanti in poche sedute (e con tempi di guarigione ridotti), conserva la parte sana del dente.

Per richiedere maggiori informazioni sui trattamenti  dello Studio Dentistico Prof. Lorenzo Favero, Contattaci

Ti aspettiamo sulle nostre pagine social Facebook e You Tube